Ambiente e Territorio

Sbloccata la situazione di Zona 33

Dopo 31 anni di attese vane, ieri abbiamo sbloccato la situazione di degrado urbano della Zona 33 nella periferia nord della città
Lo avevamo detto in campagna elettorale e dopo soli tre anni, tra covid e pnrr abbiamo portato a termine anche quest’altro obiettivo. Grazie all’assessore Materdomini, a tutti i miei consiglieri ma anche agli uffici tecnici di urbanistica e ai lottizzanti collaborativi.

Dopo un lungo e articolato confronto con i lottizzanti, il consiglio comunale di Matera ha approvato ieri a maggioranza (18 voti favorevoli su 18 votanti) la delibera per il progetto di completamento delle opere di urbanizzazione della zona 33 commerciale in località San Giacomo adiacente a via La Martella, con l’approvazione dello schema di convenzione per realizzare le opere di urbanizzazione attese da 31 anni. Ad annunciarlo con soddisfazione è il sindaco, Domenico Bennardi, con l’assessore all’Urbanistica Antonio Materdomini, che insieme ai tecnici degli uffici ha curato personalmente le interlocuzioni con i lottizzanti, raggiungendo un’intesa difficile e complessa. Dopo svariati incontri con i lottizzanti e approfondimenti tecnici fatti dagli uffici, si sblocca una situazione annosa e fonte di disagi in quella zona della città tra le vie La Martella, Conversi e Degli Aragonesi. Queste ultime saranno finalmente collegate da una strada di passaggio a raso, dotata di marciapiedi laterali con l’adeguamento della viabilità esistente. Nella convenzione è specificato, tra l’altro, che l’Amministrazione comunale si riserva la facoltà di provvedere direttamente all’esecuzione dei lavori di costruzione delle opere e servizi in sostituzione dei lottizzanti ed a loro spese, rivalendosi nei modi stabiliti dalla legge e dai regolamenti in vigore, “quando essi non vi abbiano provveduto tempestivamente e il Comune li abbia messi in mora con un preavviso non inferiore a sei mesi. Inoltre, il Comune potrà dichiarare, in danno dei lottizzanti, la decadenza della convenzione (…)”. Quindi massima garanzia per l’ente e maggiori vincoli a provvedere per i lottizzanti, in certi casi purtroppo inadempienti nel trentennio trascorso. «Dopo trent’anni di vicissitudini e abbandono -commenta Materdomini- finalmente l’Amministrazione comunale dà una risposta a migliaia di cittadini materani che attendevano la risoluzione di questo problema, io ringrazio tutti i consiglieri che spero votino questo provvedimento; ringrazio in particolare in particolare l’ufficio, che da quando sono assessore ho stressato. Ringrazio anche quella parte dei lottizzanti che si è messa a disposizione, per trovare questo accordo che ha risposto al provvedimento di escussione delle polizze, avviato nel 2024 dopo ben 31 anni. Ora, con la firma della convenzione, ci saranno passaggi tecnici che ci consentiranno, speriamo in tempi brevissimi di avviare i lavori e riconsegnare a Matera nord e agli abitanti di via La Martella un’opera importante per la sicurezza e la viabilità». Soddisfatto anche il sindaco Bennardi: «Una situazione che si trascinava da troppi anni -ha detto- e tra i nostri impegni amministrativi c’era anche quello di sbloccarla. Lo abbiamo fatto in appena tre anni, trovando la soluzione migliore con una transazione che garantisce l’ente e i lottizzanti che hanno firmato la transazione». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *